Un cambio di passo per la sostenibilità

thumb-Resized-LYKIS-31a99c02dbf26996bf957b79a690eeb8

Tutti, o quasi, parlano di sostenibilità e responsabilità sociale.

Ma se osserviamo la realtà vediamo che la temperatura del pianeta sta aumentando imperterrita, la gestione dei rifiuti spesso viene risolta con roghi criminali, la qualità dell’aria non migliora, continuano ad essere vendute auto inquinanti e via discorrendo.

Serve un cambio di passo, ma soprattutto serve una vera volontà di cambiamento, a livello politico e sociale. Non abbiamo molto tempo prima che i nodi vengano al pettine, con conseguenze profondamente negative.

Facciamo notare che le energie rinnovabili esistono già e non sono molto più costose di quelle tradizionali; le auto elettriche esistono già e i prezzi si stanno rapidamente abbassando; le case a consumo energetico zero o quasi sono una realtà da tempo; la tecnologia consente livelli di produttività tali da generare ricchezza per tutti, e molto altro.

Basta parlare, è necessario agire in modo deciso.

E’ necessario un cambio radicale di classe dirigente, sostituire chi porta avanti le cose in modo miope e secondo i criteri del novecento con chi è mosso da una reale volontà di cambiamento ed il desiderio di vederne il risultato entro pochi anni.

Non abbiamo ancora capito che di soldi e ricchezza non ce ne facciamo nulla se non abbiamo più acqua da bere, aria pulita da respirare e risorse per una convivenza pacifica.

Se il Lavoro è il fondamento costitutivo della società, allora è proprio da quello che dobbiamo ripartire: un lavoro sostenibile e socialmente responsabile. Non solo, dobbiamo ripartire dall’educazione, entrare nelle scuole, nelle fabbriche, negli uffici e spiegare queste cose, per un consumo consapevole frutto di conoscenza.

Abbiamo bisogno di nuovi modelli di vita, in cui sono felicità e qualità della vita di tutti la stella polare che muove l’agire umano, non forme bulimiche fini a se stesse quali il consumo, il denaro.

Noi abbiamo trent’anni e poco più, e le idee le abbiamo chiare: entro i quaranta vorremmo poter dire che tutti questi problemi siano stati solo un brutto ricordo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...