Nuova data di Sportello Green Jobs in Trentino

Nuova data di Sportello Green Jobs in Trentino presso Progetto Manifattura, P.zza Manifattura 1 Rovereto (TN): mercoledì 6 aprile

Iscrizioni: clicca QUI

Inoltre Greenjobs.it è diventato Partner ufficiale di Progetto Manifattura.

progetto manifattura verde

Annunci

L’economia siamo noi

C’è un modo molto semplice per far ripartire l’economia: liberare le energie delle persone.

L’economia non è altro che l’insieme di tante piccole individualità che messe a sistema generano movimento di denaro, crescita, sviluppo. Per questo è fondamentale, e non ci stancheremo mai di dirlo, ripartire dall’aspetto motivazionale delle persone, dal lato emozionale, in quanto solo attraverso la parte profonda della persona è possibile sprigionare grandi energie e realizzare grandi cose. Uno dei problemi principali del sistema economico e sociale di oggi è la totale assenza di dinamicità del sistema. Ognuno di noi ha in sé delle enormi energie con un potenziale straordinario ma trovano ostacoli altrettanto grandi: la burocrazia, la tassazione eccessiva, una regolamentazione del lavoro non coerente con la natura umana, rendite di posizione, corporazioni, lobby, gruppi di interesse particolare, una giustizia lenta e macchinosa ecc… Tutti questi snodi negativi si sono formati per la perdita temporanea di una visione grande, di lungo periodo, positiva e coinvolgente. E’ quando viene meno questa visione che emerge tutta la piccolezza dell’essere umano e il suo lato oscuro; emerge l’egoismo, prende il sopravvento il proprio materiale interesse o della propria casta di appartenenza. Fino all’arrivo di eventi traumatici, come guerre, povertà, conflitti interni, che talvolta azzerano la situazione ma che hanno un prezzo da pagare davvero pesante.

In questo momento in occidente ed in Italia in particolare sta accadendo questo: la macchina socio-economica è del tutto contro l’espressone delle energie, e si percepisce una tensione crescente, simbolo inequivocabile dell’implosione dell’energia vitale in senso negativo, anziché esplodere in progettualità, creatività, visione. 

Le strade a questo punto sono due: o si prosegue senza fare nulla e allora le conseguenze sono l’implosione dell’energia con conseguenze negative difficilmente controllabili, o si segue una strada chiara e precisa, una strada che sia motore pulsante del cambiamento. Ma una strada per essere percorsa deve essere ben definita, avere con sé una connotazione di positività e di visione di futuro, essere già reale e non solo un’illusione.

Da qualche anno sta accadendo qualcosa di incredibile, certamente con mille contraddizioni, ma che rappresenta una novità eccezionale a livello economico e sociale. Sta accadendo che tra i fattori di competitività del sistema economico non ci sono più solo la produttività, le risorse e gli altri fattori tradizionali, ma si stanno imponendo concetti nuovi quali la sostenibilità ambientale, la qualità della vita, la responsabilità sociale, la bellezza.  Questo fenomeno, che possiamo chiamare economia verde o con i nomi più diversi, è una opportunità enorme per svoltare e veicolare le energie in una direzione chiara, precisa e positiva. 

In questo modo le energie delle persone si possono liberare maggiormente, abbattendo gli ostacoli, e portando la società verso una dimensione migliore.

Libro “Un Mondo Nuovo – Green Economy, Psicologia e Società” di Matteo Plevano

Copertina Libro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

…la green economy non rappresenta solo una grande occasione per guardare ad un mondo più pulito e meno inquinato ma anche, e aggiungo soprattutto, per dare all’uomo la speranza di un reale progresso in termini psicologici. Una sorta di catarsi per cui lavorare assume un nuovo significato: non solo prestare la propria opera per ottenere in cambio del denaro utile alla sopravvivenza ma vedere nel lavoro la costruzione di una società migliore.”

(tratto dal testo)

Maggiori info su: http://ww4.photocity.it/Vetrina/DettaglioOpera.aspx?versione=16663&formato=6181