Impatto Sportello Green Jobs di Milano – 2017

sportello green foto

I feedback ricevuti relativi all’attività di Sportello Green Jobs di Milano nel 2017 (sviluppato con Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia),  indicano che il 53% degli utenti in cerca di lavoro lo ha trovato entro 5 mesi dall’incontro orientativo.

Si conferma quindi la tendenza positiva riscontrata nell’edizione precedente.

L’economia sostenibile si dimostra non solo un buon auspicio per il futuro ma un fenomeno attuale che apre concrete opportunità. Inoltre la metodologia utilizzata, basata su un orientamento mirato e un’azione di empowerment si conferma come efficace, in particolare nell’attivare la persona per cogliere le opportunità. (Maggiori info)

A nostro avviso Sportello Green Jobs rappresenta un modello virtuoso di servizio pubblico per il lavoro, da potenziare e replicare in altre città.

Annunci

4° anno di Sportello Green Jobs di Milano al via!

bg-banner1

Giovedì 1 marzo riparte Sportello Green Jobs di Milano, in collaborazione con Città dei Mestieri di Milano e della Lombardia.

Ricordiamo i servizi offerti:

  • Supporto orientativo personalizzato
  • Indicazioni sull’andamento dei diversi settori legati alla green economy (es. efficienza energetica, energie rinnovabili, agroalimentare biologico, green building, rifiuti, turismo sostenibile, GDO, ecc…)
  • Informazioni su figure professionali più ricercate e mercato del lavoro
  • Supporto alla riconversione di figure professionali esistenti in ambito green
  • Come ricercare lavoro nella green economy
  • Mentoring imprenditoriale nella green economy
  • Per gli studenti, supporto nella scelta del percorso di studi/universitario

Sede e orari:

Via Strozzi 11 – Milano (all’interno di AFOL Milano)

lunedì ore 14.00 – 16.00 e giovedì ore 10.00 – 13.00 (sportello attivo dal 1 marzo al 30 giugno 2018)

Lo Sportello sarà gestito da Matteo Plevano, responsabile di Green Jobs Hub e Greenjobs.it

I nostri 8 passi per un’economia sostenibile e socialmente responsabile

View of a business desk on wood desk

Questa è la nostra ricetta per facilitare il cambiamento verso un’economia sostenibile e socialmente responsabile, in 8 punti sintetici:

  1. Diffondere il modello Sportello Green Jobs in ogni città italiana. I risultati dimostrano che la metodologia è efficace e genera cambiamento.
  2. Diffondere in tutte le scuole il modello di educazione e orientamento ai green jobs e imprenditorialità green sviluppato con Fondazione Cariplo.
  3. Sviluppare nelle Università progetti di orientamento, educazione alla sostenibilità, imprenditorialità, oltre ad una ridefinizione dei programmi didattici in funzione di uno sviluppo sostenibile, in stretto rapporto con le imprese.
  4. Potenziare il portale Greenjobs.it e sviluppare parallelamente servizi di selezione del personale per imprese green.
  5. Contestualmente ad ogni Sportello Green Jobs sviluppare uno spazio fisico generativo e ispirazionale (Green Jobs Hub), dove poter creare impresa, contaminare idee, generare valore.
  6. Mettere in relazione ogni Green Jobs Hub creando una rete più ampia e collaborativa, in relazione anche ad altre realtà virtuose.
  7. Allineare la volontà di chi possiede la ricchezza con chi genera impresa, valore, lavoro (sostenibile e socialmente responsabile), attraverso la finanza sostenibile, l’impact investing (riflessione in merito)
  8. Ispirare imprenditori, manager, dirigenti di imprese consolidate attraverso i temi della sostenibilità, responsabilità sociale, generatività.

Per saperne di più o per aiutarci a realizzare questo proposito contattaci, saremo felici di parlarne: info@greenjobs.it

Terzo anno di Progetto Green Jobs al via!

12814613_522219054621916_8580842426323809640_n

Al via la terza annualità di Progetto Green Jobs (linea d’azione ‘Orientamento’) di Fondazione CariploAnche quest’anno Green Jobs Hub sarà impegnato come ente attuatore, insieme a Città dei Mestieri di Milano, in questa entusiasmante avventura.

Come gli anni precedenti, il progetto prevede azioni di orientamento e informazione sulle opportunità di studio e lavoro offerte dalla green economy, rivolte agli studenti delle classi quarte di 25 licei lombardi, per un totale di circa 2.500 ragazzi.

Un interesse quello verso l’economia sostenibile che trova ampio spazio tra i giovani: nell’edizione precedente ben il 54% ha scelto di approfondire la tematica in un colloquio individuale di orientamento. Un vulcano di energia che trova sbocco nei molteplici percorsi di studio che i diversi indirizzi e settori possono offrire.

Inoltre porteremo la testimonianza di manager, professionisti, tecnici, imprenditori che a vari livelli e in diversi settori sono protagonisti dell’economia sostenibile di oggi, per ispirare e formare i protagonisti dell’economia di domani.

Indirettamente questo progetto incide come forma di educazione civica al lavoro. L’idea di lavorare in coerenza con i propri valori, e poterli affermare generando ricchezza (nel senso più alto del termine) è un messaggio molto forte, sia come forma di attivazione di energie, sia per riaffermare la centralità del lavoro come fondamento del vivere sociale.

Poter svolgere un’attività lavorativa che ha ripercussioni ambientali e sociali, come nel caso dei green jobs, è un modo forte per stimolare l’entusiasmo, generare motivazione e partecipazione sociale condivisa.

Quasi sempre i concetti di lavoro e sostenibilità sono scissi, come appartenenti a due domini diversi. Di conseguenza anche i valori posseduti dalle persone tendono a non dialogare, provocando anche una scissione delle azioni concrete. Creare un collegamento tra queste due sfere apre scenari inediti a livello di possibilità: il messaggio forte che passa è che la sostenibilità può essere una grande opportunità di lavoro e può diventare il modo per esprimere i propri valori. Affermare che tutto ciò sia possibile, ascoltando anche i preziosi racconti dei testimonial, pone l’evidenza dei fatti al di sopra di opposte speculazioni.

Leggi la Relazione finale del Progetto Green Jobs 2016-2017

1+1=3

math-1+13

Contaminare due saperi apre nuovi scenari e noi di Green Jobs Hub ci stiamo provando.

Ecco il ragionamento:

I due saperi in questione sono l’osservazione del cambiamento verso un’economia sostenibile e socialmente responsabile (per semplificare diciamo ciò che è ‘green‘ o ‘impact’) e la sfera psicologica (in termini di motivazione, coinvolgimento, partecipazione) della singola persona, di gruppi o dell’intera società.

1+1=3

Il risultato, 3 per l’appunto, lo possiamo chiamare Green Engagement (coinvolgimento e partecipazione green).

3 perché l’epoca che viviamo ha un’asse trainante dell’intero sistema economico e sociale, al pari delle precedenti rivoluzioni industriali: una chiara visione di futuro, la riconversione in chiave sostenibile e socialmente responsabile dell’intera società.

Di conseguenza è come nuotare in un fiume che ha una corrente molto forte. Se si nuota a favore di corrente si viaggia molto veloce, al contrario si fa una fatica immensa.

3 perché se si agisce sulle giuste leve (empowerment, visione di futuro per sé o la propria organizzazione, rimozione dei blocchi psicologici) unite alla forte corrente, la velocità di nuotata può diventare sorprendente.

E allora questo ‘Green Engagement’ lo si può declinare in molte ambiti: nei servizi per il lavoro (es. Sportello Green Jobs), in progetti di orientamento scolastico (es. Progetto Green Jobs) o universitario, in percorsi di sviluppo imprenditoriale (Green Startup),  all’interno delle imprese, sotto forma di strategie di gestione del personale o supporto alla ridefinizione della visione aziendale.

Non solo, il Green Engagement può essere strumento per politiche di coesione sociale, partecipazione, sviluppo di un territorio.

Se vuoi saperne di più o anche solo per confrontarci siamo ben lieti di berci un caffè insieme!

Scrivici a info@greenjobs.it

p.s. nel mio caso (Matteo Plevano) decaffeinato perché tollero poco la caffeina.. 🙂